PAPA FRANCESCO

Francesco I, il 266º papa della Chiesa cattolica

Dopo la rinuncia papale di Benedetto XVI, l’11 febbraio 2013 viene allestito un conclave e il 13 marzo viene eletto il primo papa non europeo, il primo papa gesuita e il primo a chiamarsi come S. Francesco d'Assisi.

Jorge Mario Bergoglio, primo di cinque figli, è nato a Buenos Aires il 17 Dicembre 1936.

Diplomato tecnico chimico, entra in seminario e poi nella Compagnia di Gesù. È versatile perché “il gesuita deve essere una persona dal pensiero aperto” incline alla dialettica; le scuole dei gesuiti sfornano grandi personalità perché adottano un approccio umano alla dottrina.

Insegna letteratura e psicologia, e si laurea in filosofia e teologia.

Nel 1992 S. Giovanni Paolo II lo nomina vescovo e nel 2001 cardinale. Nel 2005 è tra gli elettori di Benedetto XVI.

Al suo attivo 2 Encicliche, 46 viaggi internazionali e nel 2015 un Giubileo Straordinario che per la prima volta dal 1300 non è iniziato a Roma, ma in Africa. Ha un account Twitter seguitissimo, un sito e un settimanale dedicati.

L’uomo

Non vive nell’appartamento papale del Palazzo Apostolico, ma per avere una vita il più possibile normale risiede a S. Marta, residenza moderna presso la Sacrestia di S. Pietro. Le sue austere stanze non superano i 50 mq.

È un uomo robusto, alto 1,76 m, ma vive da 50 anni senza una parte del polmone destro. Non si risparmia, svegliandosi alle 5.00 di mattina e andando a letto alle 22.00.

Alle 7.00 celebra una messa a S. Marta, dove un numero ristretto di fedeli può assistere (con richiesta scritta via posta ordinaria alla Segreteria di Stato, accettando la data disponibile).

Dopo pranzo riposa, e con un caffè si rimette a lavoro. Cena alle 20, e prega prima di coricarsi.

Un papato controverso

Suscita interesse anche fuori dal mondo cattolico; il suo obiettivo è una Chiesa aperta alle questioni ambientali, finanziarie, sociali attuali e la sua semplicità è una precisa scelta comunicativa. Le sue prese di posizione politiche hanno sollevato anche ostilità e comunque la lotta per una Chiesa pauperistica ha sempre creato diatribe (si pensi ai Francescani).

Le frasi e gli atti memorabili

Maria è la influencer di Dio” Giornata Mondiale della Gioventù 2019.

Durante un Angelus fa distribuire 20.000 confezioni di Misericordina, “medicina” consistente in un rosario inscatolato come il noto farmaco.

Nel 2017 riceve la laurea honoris causa in Medicina come “medico dell’anima”.

Celebri sono le sue telefonate a persone comuni, ammalati, ma anche figure controverse. Pietro Maso - che nel 1991 a 19 anni uccise i genitori - gli scrisse una lettera. Seguì una telefonata: “Non ci potevo credere. Mi ha anche chiesto di pregare per lui. Lui, il Papa, che chiedeva a me di pregare per lui. Io, che sono l'ultimo, il maledetto, l'assassino, il mostro”.

L’Argentina

Un’inchiesta giornalistica ha svelato il suo impegno durante la dittatura nel proteggere i dissidenti nascondendoli e favorendone l’espatrio.

Dal 1998 Arcivescovo di Buenos Aires, Bergoglio si muoveva sui mezzi pubblici e seguiva allo stadio la sua squadra del cuore. Ha commosso perfino Diego Armando Maradona, che dopo una partita benefica lo ha abbracciato dicendo: “Santo Padre odiavo tutto ciò, il Vaticano, le chiese, ma dopo l’abbraccio mi metto a Sua disposizione”.