I NUMERI DELLA BASILICA DI SAN PIETRO

Una storia che si racconta con i numeri

La magnifica basilica vaticana come la vediamo oggigiorno è frutto di un gigantesco lavoro durato secoli, e di fatto ancora in corso: proprio queste tempistiche hanno dato vita al proverbio italiano “è come la fabbrica di S. Pietro” per indicare un lavoro perennemente in essere.

La storia della basilica vaticana si racconta anche con i numeri: la necropoli di II secolo dove San Pietro fu sepolto dopo il martirio sotto Nerone (67 d. C.) è a 8 metri sotto al pavimento della chiesa attuale, e venne interrata da Costantino per realizzare la basilica antica, abbattuta durante il Rinascimento.

La posa della prima pietra dell’attuale basilica avvenne sotto Giulio II Della Rovere (il papa che commissionò a Michelangelo la volta della Cappella Sistina e a Raffaello le stanze del suo appartamento) il 18 aprile 1506 e venne appositamente istituita la “Reverenda Fabbrica di S. Pietro” per la sua costruzione, manutenzione e decorazione straordinaria.

Le vestigia della basilica costantiniana giacciono a 5 m sotto al pavimento moderno, e coincidono con le cosiddette Grotte, luogo suggestivo da visitare, che ospita tombe papali e reali.

L’edificio venne terminato nel corso di 20 pontificati: 120 anni (consacrato il 18 novembre 1626 da Urbano VIII Barberini). Vi si avvicendarono più di 10 architetti e innumerevoli muratori, scalpellini, falegnami, mosaicisti, e anche alcune donne, addette a lavori minuti (smalti per i mosaici, vetri, intaglio di legni e pietre dure).

Alla basilica si accede attraverso la piazza (dal diametro maggiore di 240 m) e poi si salgono i 16 gradini di granito e travertino del sagrato, alla cui sommità ci si trova sopraffatti dalla visione dell’immensa facciata, larga 118,6 m e alta 45 (escluse le 13 statue).

L'atrio è lungo 71 m e largo 12,80.

La basilica è lunga internamente 187 m e larga 58, e occupa una superficie di 20.139 m².

La volta è alta 45,50 al suo culmine, mentre alla sommità della croce (esterno) raggiunge un’altezza di 133,30 m.

La chiesa è decorata da 2 ettari di stucchi e oltre 10.000 m² di mosaici: se si considera che la basilica di San Marco a Venezia - tutta coperta di mosaici - ne ha poco più di 4.000 m², ci si rende conto delle dimensioni del gigante vaticano, che ha una capacità di 60.000 persone in piedi.

Internamente una trabeazione orna l’edificio, con iscrizioni bibliche in latino e greco su un fregio dorato alto 3 m.

Pochi sanno che a 25 m di altezza dal pavimento, dietro i piloni, ci sono 8 sale ottagonali di 110 m² raggiungibili da scale a chiocciola interne.

Il baldacchino sopra l’altare papale è alto 29 m, come Palazzo Farnese, mentre in basso una doppia rampa di 16 gradini per lato scende alla Confessione, ornata da 89 lampade bronzee ad olio.

La cupola, del peso di 14.000 tonnellate, ha un diametro interno di 42,96 m: fino agli anni ’50 si entrava nella sfera di bronzo dorato sulla sommità, nella quale c’è una panca circolare dove possono sedere 10 persone. La basilica ha una media di 30.000 presenze al giorno.

È davvero la chiesa più grande del mondo?

Lo spazio centrale del pavimento è decorato con lettere e numeri in bronzo a citare le lunghezze delle ventotto più grandi chiese del mondo, cattoliche e non - come Notre Dame a Parigi, San Patrizio a New York, Santa Sofia ad Istanbul, Westminster - tutte contenute all’interno della vaticana.

San Pietro però non è la chiesa più grande al mondo: Nostra Signora della Pace in Costa d’Avorio, enorme copia moderna della basilica vaticana, è più larga (150 m) ma meno capiente.

Dal 1 Luglio la Basilica di San Pietro in Vaticano utilizzerà Vox Connect per il distanziamento sociale dei gruppi in visita

Vox Connect rappresenta una innovazione tecnologica per la comunicazione tra guida e gruppo che sfrutta il concetto di BYOD (bring your own device).

Vox Connect è scaricabile GRATUITAMENTE nei principali market places (Android o IOS) e potrà essere usata anche fuori dalla Basilica a vantaggio degli operatori.

*Demo valid till 31st August 2020

You have Successfully Subscribed!